Investimento responsabile: le esigenze dei clienti

Si registrano crescenti richieste di reportistica sui fattori ESG, dai dati sulle emissioni di CO2 ai risultati dell’engagement, fino alla diversità nei Consigli di amministrazione, in particolare per..
07/05/2019 | Redazione Advisor

Nella Relazione sugli Investimenti Responsabili di NN IP del 2018 vengono esaminati i risultati e le prospettive di questa tipologia di strumenti. Ne abbiamo parlato con Adrie Heinsbroek, direttore degli Investimenti Responsabili presso NN IP.

 

Nell’ultimo anno, come hanno espresso i clienti la crescente consapevolezza per l’investimento responsabile?
Negli ultimi anni abbiamo assistito a un netto cambiamento, coinciso con significativi aumenti delle politiche di investimento responsabile in tutte le aree di business. Molti clienti hanno adottato misure a favore del clima e attività di engagement e l’integrazione dei fattori ESG sta diventando fondamentale nella due diligence.

 

Per quali aspetti i clienti nutrono maggiore interesse?
Registriamo crescenti richieste di reportistica sui fattori ESG, dai dati sulle emissioni di CO2 ai risultati dell’engagement, fino alla diversità nei Consigli di amministrazione, in particolare per la rappresentanza di genere. Promuoviamo una reportistica completa e dettagliata, poiché riteniamo che solo questo possa indurre il cambiamento. Inoltre, riscontriamo un aumentato interesse per l’impact investing: da quando le Nazioni Unite hanno istituito i propri Obiettivi SDG nel 2015, i nostri fondi a impatto ambientale e sociale hanno registrato uno straordinario aumento degli afflussi.

 

Quali sfide da superare per soddisfare queste richieste?
Una sfida deriva dall’ampia gamma di approcci e requisiti ESG, tenuto conto dello scenario globale e dell’assoluta varietà dei dati. Ad esempio, non esiste una reportistica standard sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Un’altra sfida è la difficoltà di definire gli obiettivi ESG: sono necessarie distinzioni nette per essere sicuri che i clienti ottengano effettivamente ciò che desiderano.

 

NN IP ha parlato della propria politica di esclusione, chiarendo che privilegiamo la partecipazione attiva quando può generare risultati positivi. Come hanno reagito i clienti?
Abbiamo scoperto che molti preferiscono applicare restrizioni di base e selettive entro un impegno per il cambiamento più ampio, per esempio chiedendo disinvestimenti selettivi dai combustibili fossili. Esistono altri casi in cui l’engagement non rappresenta un’opzione, come il lavoro minorile e le armi o le violazioni dei principi del Global Compact delle Nazioni Unite.

 

L’interesse dei clienti dipende dal tipo di prodotto o si estende a tutte le asset class?
Le richieste perlopiù non si limitano a tipologie specifiche di prodotti: l’ESG sta diventando la “nuova norma”, con richieste per tutte le asset class. Detto questo, esistono anche aree in cui l’interesse dei clienti è vario.

 

In quali ambiti si registrano le prospettive più interessanti?
Riteniamo che gli investimenti responsabili potranno espandersi ancora molto, in particolare sui mercati emergenti. In Europa, riteniamo che la Germania offra molte opportunità, ma sarà necessaria una svolta nell’opinione pubblica.

 

 

Scopri come è possibile effettuare investimenti responsabili adatti a te, clicca qui per scaricare la Relazione sugli Investimenti Responsabili del 2018 firmata NN IP

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.