avatar

20/07/2021

Payden & Rygel si impegna nell'iniziativa Net Zero Asset Managers

Highlights
  • E' tra i 41 nuovi firmatari dell'iniziativa promossa da un gruppo di società di investimento internazionali impegnate a livello globale a ridurre a zero le emissioni nette di gas serra entro il 2050
La News

Payden & Rygel, tra le principali società di gestione indipendenti e non quotate al mondo, è lieta di essere tra i 41 nuovi firmatari dell'iniziativa Net Zero Asset Managers (NZAM), promossa da un gruppo di società di investimento internazionali impegnate a livello globale a ridurre a zero le emissioni nette di gas serra entro il 2050 o anche prima e a fissare specifici obiettivi intermedi entro il 2030. Lanciata solo a dicembre 2020, in poco più di sei mesi, l’iniziativa Net Zero Asset Managers, che oggi si avvale di 128 aziende iscritte, ha visto una rapida crescita.

I nuovi 41 firmatari portano l’iniziativa a impegnare in tale percorso circa 44 trilioni di dollari, ossia quasi la metà del valore dell'intero settore del risparmio gestito in termini di masse globali (pari oggi a 100 trilioni di dollari). Come afferma Joan Payden, fondatrice ed amministratore delegato di Payden & Rygel: "L'iniziativa Net Zero Asset Managers rappresenta un'importante collaborazione a livello di settore finanziario sviluppata per supportare un futuro sostenibile nella lotta contro il cambiamento climatico globale".

Firmando l'iniziativa NZAM, Payden & Rygel, insieme alle altre società di gestione firmatarie, ha concordato una serie di passaggi tra cui:
• fissare obiettivi intermedi per il 2030, coerenti con una quota equa della riduzione globale del 50% in emissioni di gas serra, identificate come un requisito fondamentale nella relazione redatta dall'IPCC sul riscaldamento globale;
• investire nella rimozione del carbonio a lungo termine, per eliminare le emissioni;
• creare prodotti di investimento allineati a zero emissioni entro il 2050 e incrementare gli investimenti in soluzioni climatiche;
• implementare una strategia di gestione che sia coerente con l’ambizione di avere, per tutti gli asset in gestione, emissioni zero entro il 2050 o prima.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: