avatar

23/07/2021

BNP Paribas SS supporta la crescita delle imprese italiane

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • L'istituto è stato selezionata da F2i SGR come provider per il servizio di banca depositaria per il Fondo per le infrastrutture sostenibili
La News

BNP Paribas Securities Services, banca depositaria leader di mercato con 10 miliardi di Euro di asset in custodia, è stata selezionata da F2i SGR come provider per il servizio di banca depositaria per il Fondo per le infrastrutture sostenibili:

F2i SGR, il maggiore gestore indipendente italiano di fondi infrastrutturali, con oltre 6 miliardi di euro di capitali affidati in gestione, ha completato il closing per del nuovo fondo per le infrastrutture sostenibili con l’obiettivo di raggiungere una raccolta di 1,5 miliardi di euro.

Negli anni, F2i ha contribuito alla crescita delle imprese operanti in settori chiave dell’economia nazionale come i trasporti e la logistica, le energie rinnovabili, le reti di distribuzione energetiche, le reti e i servizi di telecomunicazione e le infrastrutture socio-sanitarie.

In occasione del lancio del fondo l’Amministratore Delegato di F2i Sgr, Renato Ravanelli, ha dichiarato: “Le infrastrutture hanno un ruolo centrale nella vita dei cittadini e delle imprese. La scala e l’efficienza con cui vengono gestite determina i differenziali di competitività del sistema Paese e impatta sulla qualità della vita dei cittadini. Favorire uno sviluppo infrastrutturale armonico e attento ai temi ambientali e sociali è una priorità che F2i condivide con i suoi investitori istituzionali”.


Andrea Cattaneo, direttore generale di BNP Paribas Securities Services Italia ha dichiarato: "Ci fa molto piacere supportare un progetto che sostiene la crescita delle imprese italiane che operano nel campo delle infrastrutture. Siamo orgogliosi di mettere nuovamente a disposizione di F2i le nostre competenze per iniziative a sostegno dell’economia italiana”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: