avatar

30/03/2022

Cassa Lombarda, utile e raccolta a gonfie vele nel 2021

Highlights
  • L'a.d. Vistalli: "Il nostro modello di business nel Private Banking continua a generare crescita in tutti i principali indicatori economici, finanziari e commerciali”
La News

Il consiglio di amministrazione di Cassa Lombarda, la boutique di Wealth Management attiva da quasi un secolo nel panorama bancario italiano, ha approvato il progetto di bilancio 2021, che registra una consistente progressione dei risultati reddituali nei diversi settori di attività della Banca, da quello principale dei servizi di investimento a quelli accessori di valorizzazione del portafoglio di proprietà e dell’esercizio del credito, a testimonianza della capacità di rispondere alle esigenze dei clienti e di interpretare con soluzioni innovative le opportunità dei mercati.

Nell’esercizio 2021 il margine di intermediazione è pari a 47 milioni di euro, in aumento del 15,0% rispetto al medesimo periodo del 2020, trainato principalmente dall’attività “core” di Private Banking e da quella accessoria di tesoreria e valorizzazione del portafoglio titoli di proprietà, sulla scia dall’andamento positivo dei mercati. Il risultato della gestione operativa, pari a 8,8 milioni ha registrato una notevole accelerazione del 67,1% (5,3 milioni nel 2020). La Banca ha riportato un utile annuo di 5,1 milioni, in crescita del 172,7% rispetto ai 1,9 milioni di euro dell’esercizio 2020, impattato dagli effetti della pandemia. Il brillante andamento dell’esercizio 2021 viene maggiormente valorizzato se confrontato con l’utile del 2019, pari a 3,1 milioni.

A livello patrimoniale si conferma l’estrema solidità della Banca, con un impatto positivo derivante anche dalle migliori garanzie a presidio dei finanziamenti erogati, con il CET 1 a 17,24%, dal 17,18% di fine 2020, e il Total Capital Ratio a 17,93%, dal precedente 18,17%, ampiamente al di sopra dei livelli minimi regolamentari e di quelli suggeriti dalle attività di vigilanza. Significativa la dinamica della raccolta commerciale netta, pari a circa 236 milioni, per un patrimonio complessivo in gestione di 5,4 miliardi, in crescita del 10,7% rispetto al 31 dicembre 2020, sulla scia delle rinnovate strategie sui prodotti di investimento e della progressiva affermazione dei servizi di consulenza evoluta.

Nel dettaglio, le masse afferenti alla raccolta indiretta hanno segnato un incremento del 10,1%, attestandosi a 4,6 miliardi (di cui 3,1 miliardi in risparmio gestito, +11,1%), grazie al combinato effetto di ottimi afflussi netti e crescita dei mercati. I mandati relativi alle gestioni sono stati superiori ai 1,2 miliardi (+5,3%), mentre la buona raccolta sui fondi, trainata anche dal lancio di nuovi prodotti, ha generato una crescita degli asset del 18,7% raggiungendo 1,5 miliardi a fine 2021.

In termini di sviluppo strategico e commerciale, si conferma il caratteristico approccio di personalizzazione nel rapporto con il cliente che caratterizza la mission di “boutique” di Private Banking, con uno slancio verso il rafforzamento della rete commerciale, che negli ultimi mesi ha accolto quattro nuovi ingressi di qualità, e di allargamento dei servizi nell’ambito della consulenza evoluta con i contenuti di Wealth Planning. Inoltre, ad inizio 2022 è stato lanciato un nuovo servizio cross-border “Italia/Svizzera”, che prevede un modello end-to-end per la prestazione di servizi di investimento verso i clienti, con residenza fiscale italiana, operanti dall’Italia con patrimonio detenuto in Svizzera presso PKB Privatbank.

Continua inoltre l’affinamento dei servizi online, con lo sviluppo di nuove componenti dell’App ComfortApp ai fini della gestione del rapporto con la clientela, sia con funzionalità dispositive sui servizi di investimento che per la condivisione di materiali ed informazioni sensibili e di interesse.

Inoltre, nell’ottica di una sempre più ricca architettura aperta e del sostegno diretto dell’economia reale, è stata ampliata la gamma disponibile degli strumenti di private market con un nuovo PIR alternativo di Anthilia SGR, configurato in forma di ELTIF, focalizzato su imprese italiane a medio/piccola capitalizzazione. Sono state inoltre lanciate due nuove linee di gestione patrimoniale: la prima interamente investita in ETF con advisory di State Street Global Advisor, e l’altra strutturata come un piano di accumulo per un ingresso progressivo sui principali megatrend azionari.

“Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati del 2021 a testimonianza della validità delle scelte strategiche intraprese e della solidità del nostro modello di business nel Private Banking, fondato su gestione tailor-made e consulenza evoluta, che continua a generare crescita in tutti i principali indicatori economici, finanziari e commerciali” ha commentato Paolo Vistalli, amministratore delegato e direttore generale di Cassa Lombarda. “Forti dell’apprezzamento della clientela e delle competenze dei nuovi professionisti che continuano a unirsi alla nostra struttura, proseguiamo quindi nel nostro impegno ad ampliare la nostra gamma di servizi, capitalizzando le nostre distintività”.

“Nonostante un contesto estremamente complesso, in cui alle preoccupazioni per lo sviluppo pandemico si sono aggiunte le incognite legate alla guerra in Ucraina, possiamo guardare con fiducia alle prospettive della Banca, grazie alle nostre caratteristiche di solidità patrimoniale, controllo capillare del rischio e resilienza dimostrata nelle fasi di crisi “Guardando avanti, continueremo ad essere vicini ai nostri clienti, offrendo un portafoglio di servizi integrati che si arricchisce continuamente”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: