Fondi comuni: i controlli della Consob americana fanno flop

Nonostante negli ultimi 13 anni abbia aumentato il numero dei suoi ispettori e le spese annuali, la Sec non ha esaminato migliaia di gestori che è tenuta a controllare
02/11/2016 | Massimo Morici

La Sec dice di controllare i fondi comuni, ma in realtà non lo fa. A formulare l'accusa contro la Consob americana è il Wall Street Journal, ricordando che negli ultimi 13 anni il Regolatore nonostante abbia aumentato il numero dei suoi ispettori raddoppiando a 315 milioni di dollari le spese annuali, non ha esaminato migliaia dei gestori che è tenuta a controllare. Stando ai calcoli del giornale finanziario americano, la porzione di aziende che ogni anno ha ricevuto una visita degli ispettori della Sec è scesa dal 18% del 2004 al 12-13% del 2016.

L'ultima volta che era stato toccato il 13% era il 2006. In totale oltre un terzo dei 12.200 tra fondi comuni, gestori e altri consulenti non hanno mai visto arrivare nei propri uffici un ispettore chiamato a scoprire frodi o pratiche controverse. I gruppi chiamati a registrarsi presso la Sec hanno in gestione asset complessivi per circa 67.000 miliardi di dollari.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.