avatar

19/04/2022

iBanFirst, “Un alleato valido e sicuro delle PMI”

Highlights
  • Michele Sansone, country manager per l’Italia, ad AdvisorOnline: “Vorremmo costruire in tre anni un team di 30 specialisti”
La News

La fintech iBanFirst punta forte sul mercato italiano. Il fornitore globale di servizi finanziari che offre alle PMI soluzioni su misura per la gestione di incassi e pagamenti internazionali, recentemente ha scelto Michele Sansone come country manager per l’Italia. AdvisorOnline ha intervistato proprio Michele Sansone per capire come iBanFirst ha in mente di espandere il proprio business nel nostro Paese.

Quali obiettivi vi siete dati per l’Italia?
“Vorremmo costruire in tre anni un team di 30 specialisti e raddoppiare la presenza di dipendenti ogni anno. L'obiettivo principale, sia a livello nazionale sia a livello europeo, rimane quello di diventare un punto di riferimento per tutte quelle realtà d’impresa che commerciano internazionalmente e vogliono rendere la propria operatività valutaria semplice ed efficiente. Un alleato valido e sicuro delle PMI”.

Quali caratteristiche dovranno avere i consulenti che sceglierà e quanti ne sceglierà per affiancarla nella sua nuova veste?
“Siamo alla ricerca di specialisti valutari e anche noi, dal canto nostro, mettiamo a disposizione mezzi per formare specialisti. Persone in grado di saper affiancare le aziende nella scelta della migliore strategia e prodotto. I nostri specialisti sono formati in primis per ascoltare le necessità aziendali, valutare insieme all’azienda l’attuale operatività e costruirne insieme una che possa portare un valore aggiunto a tutta la struttura aziendale”.

In che cosa vi differenziate dall’offerta bancaria alle PMI?
“La prima vera differenziazione consiste nel fatto che iBanFirst oltre ad essere un istituto di pagamento regolamentato in tutta Europa è una Fintech: semplifichiamo, attraverso la tecnologia, tutto ciò che è previsto dal tradizionale canale bancario, aumentando in maniera esponenziale la velocità di apertura del canale operativo con l'azienda e tutte le operazioni di incasso o trasferimento di fondi in valuta. In soli tre click è possibile aprire un conto valutario. Forniamo un servizio automatico, semplice e trasparente che supporta il business nella transazione internazionale e nella copertura dei rischi connessi”. 

Su che cosa si basa la vostra offerta tecnologica?
“In primis sulla nostra piattaforma, che abilità transazioni multivaluta permettendo alle aziende di fare e ricevere pagamenti in oltre trenta valute, con la possibilità di coprire valute specifiche. Una piattaforma molto ‘user friendly’ che semplifica la vita amministrativa delle aziende in quanto, ribadisco, iBanFirst è una fintech. Dal momento che i tassi di cambio sono in tempo reale e cambiano ogni secondo, la nostra piattaforma offre la libertà al cliente di compiere tutte le operazioni in maniera autonoma, senza dipendere dall'operatore bancario. Fondamentale anche il payment tracker: un servizio di monitoraggio in tempo reale che garantisce le controparti sull'effettivo stato di pagamento”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: